Regione Toscana: sei nuovi tecnici dell’inclusione e della promozione sociale

Con l’esame di Venerdì 19 Marzo 2021 si è concluso il corso per “tecnico degli interventi e servizi per l’inclusione e la promozione sociale”, finanziato dal POR FSE 2014 – 2020 nell’ambito dell’asse B al fine di “promuovere l’inclusione sociale e combattere la povertà e ogni discriminazione“.

Il tecnico dell’inclusione è una professionalità che opera nel settore socio-sanitario, in particolar modo nell’ambito dell’assistenza sociale, il cui intervento è finalizzato alla reintegrazione e risocializzazione di soggetti socialmente emarginati tramite attività di mediazione relazionale, ascolto dei bisogni e di indirizzo verso strutture idonee, facilitando l’accesso ai servizi e l’attivazione delle risorse territoriali a coloro che si trovano in situazioni di marginalità sociale.
Ha una fondamentale funzione di tutoraggio pratico, emotivo ed affettivo, al fine di portare il soggetto ad intraprendere un percorso di emancipazione sociale e di ricostruzione del proprio progetto di vita, sostenendolo nelle sue scelte formative e lavorative e supportandolo durante l’intero percorso di reinserimento sociale.
Opera sulla strada, in servizi di sportello, all’interno di strutture socio-sanitarie e nelle organizzazioni del privato sociale, in collaborazione con figure quali psichiatri, psicologi, medici, infermieri, assistenti sociali, educatori, operatori socio-sanitari, volontari.

Il corso iniziato ad Aprile 2020 ha formato, con la partecipazione di docenti esperti e tutor in stage, sei nuovi professionisti, giovani donne e uomini che in un periodo segnato dalla pandemia, dall’alternarsi tra lezioni in presenza e formazione a distanza, dall’incertezza e dalla paura, hanno dedicato il proprio tempo alla conoscenza di se stessi, del territorio, della marginalità e delle infinite possibilità di cui ognuno può godere anche nel momento in cui il proprio percorso di vita sembra essere arrivato ad un vicolo cieco.
Un percorso formativo rivolto agli altri ma anche fortemente introspettivo, fatto di punti di vista tecnici, scientifici, emotivi, che i corsisti hanno affrontato con grande serietà consapevoli dell’impegno assunto.

Da Venerdì Francesco B., Chiara B., Rebecca G., Chiara G., Francesco L., Antonella M., sono tecnici dell’inclusione e della promozione sociale riconosciuti dalla Regione Toscana. A loro, ai docenti che li hanno formati e ai tutor che li hanno seguiti durante gli stage, il più grande ringraziamento da parte della Fondazione Anpas Toscana Formazione per l’impegno, la passione, l’empatia, e perché credono nella costruzione di un mondo in cui l’inclusione non è solo possibile, ma è la più grande ricchezza cui possiamo aspirare.