Servizio Civile e PNRR: ripresa e resilienza partono dai giovani

Il Servizio Civile rappresenta una delle prime occasioni di autodeterminazione per i giovani, con possibilità di formazione, di esperienza attiva, di ritrovata socialità. La scelta di essere volontari di Servizio Civile è, dalla sua nascita, “la scelta consapevole”, uno strumento dalle forti potenzialità inclusive che non riesce però a coinvolgere quanti dovrebbe.
E le ragioni non sono da cercare nello scarso interesse, quanto nei pochi posti disponibili in relazione alle risorse dedicate.

Il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) vede nei giovani una colonna portante per la ripartenza e dedica ampio spazio al Servizio Civile universale. Uno spazio utile, uno spazio di respiro, che però non basta.
Ciò che serve è dare valore a ciò che il Servizio Civile rappresenta: un’occasione di crescita e riflessione per capire chi siamo, quali competenze abbiamo, quali conoscenze vogliamo acquisire, e da qui qual è la strada da seguire.

Su Bollettino ADAPT la riflessione di Matteo Colombo su Servizio Civile e PNRR tra inclusione sociale e competenze digitali.